25/08/10

Amo quella luce


Amo quella luce che si risveglia dal buio. Quella luce che sfiora cose e persone, che pian piano ne svela i contorni, che accarezza i volti senza abbagliare, che rivela l’altro senza denudarlo.

Amo quella luce che chiede il permesso di entrare, che non si impone ma interpella, quella luce che convive con la notte.

Amo quella luce che risveglia la mente, che libera dai pensieri tristi e apre ad un altro giorno.

Amo quella luce che rincorre il vento della poesia che, delicata e vulnerabile, vola là dove i sogni si dileguano e li deposita in quel lago dove chi vuole può attingere.

Amo quella luce, che convive con la notte, ma da lei non si lascia spegnere.

21 commenti:

  1. ...apro un pò le finestre...

    Bellissimo post.
    Ciao
    Bruno

    RispondiElimina
  2. sai quante cose vanno a nascondersi dietro la parola "grazie" cara Giulia, e questo voglio dirti, grazie davvero per questi pensieri così...opportuni.
    Grazie e bentornata, ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, Giulia!
    Anch'io amo quella luce...per questo mi piace venire da te.
    Bentornata!

    RispondiElimina
  4. Anche io amo quella luce, come quella della tua foto d'intestazione.
    Una luce che abbraccia.

    Bentornata cara Giulia!

    RispondiElimina
  5. Sentivo la mancanza della tuo poesia... Bentornata! Come sta la tua mamma?

    RispondiElimina
  6. Amo quella luce che illumina il sentiero dell'amicizia,affetto e tanta nostalgia...
    Ciao Giulia !

    RispondiElimina
  7. amo quella luce e... la tua luce!

    RispondiElimina
  8. Bentornata, anche io amo quella luce che rigenera e offre un soffio di speranza!
    Un abbraccio, Annarita

    RispondiElimina
  9. Ciao Giulia,hai portato quella luce.
    Cristiana

    PS Come vedi ho cambiato sito.Ti aspetto

    RispondiElimina
  10. Ciao Giulia, amo la luce di questa poesia che raggiunge l'anima accarezzandola!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  11. che bello questo post...molto delicato!...ho potuto intuire la delicatezza della luce di cui parli!!! Bentornata Giulia cara!!!

    RispondiElimina
  12. Giulia, ciao, come stai?

    Per una strana coincidenza io in questi giorni guardo spesso la luce del crepuscolo, lasciandomi andare a pensieri sereni e coccolati da quei dolci colori.

    Silvia nel suo blog parla della forme gentili del vivere.

    C'è connessione in tutto questo?
    Non lo so, forse solo empatia.
    Ciao, un bacio.

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutti per i vostri saluti e la vostra presenza. Appena riesco verrò a trovare anche voi
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Giulia, mi piace questo spazio, mi piacciono le tue amicizie...
    Forse hai già letto questi versi che qualche anno fa scrissi; in essi ci sono cose/pensieri personali,nascosti, celati; li posto qui perchè credo non ci sia modo migliore, posto migliore per condividerli con te e i tuoi "inquilini"...lo sai no,che la mia timidezza spesso mi ha frenato...non sono un poeta,metto giù quello che sento al momento e in determinati momenti: questi versi voglio dedicarli a te, Claudia, e tutti i tuoi amici, scusandomi anticipatamente per errori o quant'altro; versi nati da parto spontaneo...

    "Il pianto della luna"

    La mia luce non è più la stessa,
    si è offuscata all’improvviso,
    ci ho messo impegno in tanti lunghi anni...

    Eppure mi sono data sempre il trucco per apparir più bella,
    ma sembra che a nessuno importi nulla se brillo o no come una stella…

    Peccato… ci ero affezionata a questo mondo che si è tarlato di tante cattiverie,difficile è per me illuminarlo tutto,l’oscurità lo ha reso buio e tanto brutto;

    nessuno più mi dedica una poesia,
    nessuno mi canta come prima,
    nessuno nota più la mia bellezza :
    si, probabilmente son diventata vecchia…

    Ero bella in tutte le mie forme,
    facevo luce e ombra agli innamorati,
    ai bimbi donavo il mio sorriso,
    ai vecchi un po di compagnia…

    Era bella la mia luce,come il vestito di una sposa,
    il sorriso di un bambino,
    la carezza di una persona amata.

    I cuori sembrano di sassi,
    forse è per questo che non sono più la stessa...

    Basta poco per donare amore
    e farmi ritornare al mio splendore…

    A.S.

    RispondiElimina
  15. Grazie Alessandro, è molto bella e se non vuoi definrti un poeta, hai l'animo del poeta.
    Un abbraccio e alla prossima

    RispondiElimina
  16. Carissima Giulia ti ringrazio della gradita visita, per me è un piacere leggerti, di cuore.
    Ciao a presto
    Maurizio

    RispondiElimina
  17. Cara Giulia, la tua è pura poesia! Un abbraccio forte, anche alla tua mamma.

    RispondiElimina
  18. Un saluto nella luce di questo bellissimo scritto.

    RispondiElimina
  19. che delicatezza , grazie , un abbraccio

    RispondiElimina