31/10/10

Gli americani sono dei quaccheri...

Non vorrei parlarne. L'ho evitato giorno dopo giorno perchè il suo nome che rimbalza ogni giorno in ogni luogo non ha fatto che dargli più fama e più consenso. Sono troppi i libri usciti su di lui. Troppi, amici o nemici, si sono costruiti la loro fortuna... Vorrei che qualcuno, invece, ci mobilitasse contro tanto scempio, che la mobilitazione fosse forte e continua, vorrei un governo "normale". E vorrei che un'intera generazione non avesse conosciuto solo la sua faccia come presidente del consiglio.

Oggi però non riesco più a tacere, ma mi servirò delle parole di Gramellini che non sempre mi è piaciuto, ma questa volta sì. E' bravo a descrivere l'assurdità di quello che stiamo vivendo.

"Gli americani sono dei quaccheri. Lì un presidente può fare bunga bunga con Marilyn Monroe o una stagista della Casa Bianca, ma se telefonasse all’Fbi per far rilasciare una minorenne arrestata per furto, oltretutto spacciandola per nipotina di Mubarak, sarebbe costretto a dimettersi alla velocità della luce. E se dicesse di averlo fatto perché è un uomo di buon cuore? Peggiorerebbe soltanto la situazione. L’abuso di potere, la sacralità della carica, bla-bla.

Che perbenismo triste, che formalismo ipocrita. E la Francia giacobina? Neanche a parlarne. Lì un presidente può tenere nascosta una figlia tutta la vita come Mitterrand o sposare una modella col birignao più appuntito delle caviglie, ma se telefonasse alla Gendarmerie per far rilasciare una minorenne arrestata per furto, oltretutto spacciandola per nipotina di Mubarak, sarebbe costretto a ritirarsi a vita privata. I francesi non hanno una storia alle spalle che consenta loro di apprezzare certi slanci liberali. Sapranno cucinare le omelette, ma la democrazia non gli è mai riuscita bene. I tedeschi, poi: luterani, gente fanatica. Lì un cancelliere non telefonerebbe al Polizeipräsidium neanche per far rilasciare la propria, di nipotina, altro che quella di Mubarak. Ecco, forse solo in Egitto, dove la democrazia affonda nei millenni (i famosi Faraoni della Libertà), il presidente telefonerebbe alla polizia per far rilasciare una minorenne arrestata per furto. Ma non la spaccerebbe per nipotina di Mubarak, essendo lui Mubarak. Semmai per nipotina di Berlusconi: esisterà, al riguardo, un accordo bilaterale?".

10 commenti:

  1. Condivido in pieno! Sai che non avevo mai pensato che un'intera generazione è cresciuta conoscendo solo questa Italia di cui noi ci vergognamo?

    RispondiElimina
  2. Cara giulia,
    io credo che siamo arrivati ala feccia.
    Peggio di così che cosa dobbiamo avere?
    Un presidente del consiglio che è un pagliaccio, e quello che è triste, gente che lo difende a spada tratta.
    lui si è comprato tutto, anche le coscienze.

    RispondiElimina
  3. Che schifo!!! e la cosa ancora più brutta è che molta gente si comporta come lui!!! Coscienza morale dove sei?

    RispondiElimina
  4. L'ho postato anch'io stamane, Un Gramellini davvero in gran forma :)

    RispondiElimina
  5. roba da branco come anch'io guanti e pinze mi dico: ma 'quanto' branco

    RispondiElimina
  6. Poveri giovani, che non hanno conosciuto che questa Italia. Tocca rimpiangere perfino i governanti di una volta...

    RispondiElimina
  7. In Occidente si sono declinate e tuttora si declinano varie tonalità di arroganza di potere!

    RispondiElimina
  8. A me invece piace molto Gramellini.
    Certo quando ho sentito definire i coetanei dei miei figli "nativi berlusconiani" mi è preso male.

    RispondiElimina