23/01/11

Grazie a Boccassini, Forno e Sangermano del pool di Milano

Senza racconto non esiste diritto. Proprio per questo ho voluto dedicare la laurea honoris causa ai magistrati Boccassini, Forno e Sangermano del pool di Milano. Marina Berlusconi dichiara che le fa orrore che parlando di diritto si difenda un magistrato. Così facendo avrei rinnegato ciò per cui ho sempre proclamato di battermi. Così dice, ma forse Marina Berlusconi non conosce la storia della lotta alle mafie, perché difendere magistrati che da anni espongono loro stessi nel contrasto all'imprenditoria criminale del narcotraffico non vuol dire affatto rinnegare. Non c'è contraddizione nel dedicare una laurea in Giurisprudenza a chi attraverso il diritto cerca di trovare spiegazioni a ciò che sta accadendo nel nostro Paese. Mi avrebbe fatto piacere ascoltare nelle parole di un editore l'espressione "orrore" non verso di me, per una dedica di una laurea in Legge fatta ai magistrati. Mi avrebbe fatto piacere che la parola "orrore" fosse stata spesa per tutti quegli episodi di corruzione e di criminalità che da anni avvengono in questo paese, dalla strage di Castelvolturno sino alla conquista della 'ndrine di molti affari in Lombardia. Ma verso questi episodi è stato scelto invece il silenzio.

Orrore mi fa chi sta colpevolmente e coscientemente cercando di delegittimare e isolare coloro che in questi anni hanno contrastato più di ogni altro le mafie. Ilda Boccassini, coordinatrice della Dda di Milano, ha chiuso le inchieste più importanti di sempre sulle mafie al Nord. Pietro Forno è un pm che ha affrontato la difficile inchiesta sulla P2 ed ha permesso un salto di qualità nelle indagini sugli abusi sessuali, abusi su minori. Antonio Sangermano, il più giovane, ha un'esperienza passata da magistrato a Messina, recentemente ha coordinato un'inchiesta, una delle prime in Italia, sulle "smart drugs", le nuove droghe. Accusarli, isolari, delegittimarli, minacciare punizioni significa inevitabilmente indebolire la forza della magistratura in Italia, vuol dire togliere terreno al diritto. Favorire le mafie. Ecco perché ho dedicato a loro la lezione di cui, qui di seguito, potete leggere un ampio stralcio.
Roberto Saviano

10 commenti:

  1. Cara Giulia io non ne capisco molto di tutto quello che sta succedendo, spero solo che venga fuori la verità, sicuro che in questo momento è uno scandalo enorme, noi che viviamo all'estero ci domandiamo in quale stato si trova oggi l'Italia vedere che il capo del governo è indagato di qualcosa di mostruoso, non riesco immaginare quale rarà il risultato, di sicuro non si tratta solo di persecuzione politica, anche qui sono di questo parere, qualcosa di losco ci deve essere...
    Buona serata cara amica,
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Brava Giulia, apprezzo tantissimo quanto hai riportato.
    Saviano con tono pacato, scrive grandi verità. Verità attualissime purtroppo, che riportano un forte odore di dittatura.
    Grazie!
    lara

    RispondiElimina
  3. Ho appena aggiunto una pagina web, i miei preferiti. Mi piace leggere i tuoi post. Grazie!.

    RispondiElimina
  4. Ciao Giulia,passo a ringraziarti del commento che hai lasciato sul mio blog su wordpress qui:

    http://gabrybabelle.wordpress.com/2011/01/21/l%E2%80%99appello-di-mariluna-bartolo-16-anni-in-difesa-delle-minorenni-italiane/




    Grazie del commento che immagino sia rivolto alla giovane Mariluna Bartolo che tutte le giovani d'oggi dovrebbero seguire io non ho fatto altro che riportare la notizia sui miei blog e social net, affinché abbia la giusta enfasi e conoscenza e sia di riferimento per migliaia e migliaia di giovani.Visto che hai un blog su blogspot passero' anche li a salutarti visto che ho un blog anche su piattaforma della grande G,cioè blogspot,:-)

    RispondiElimina
  5. Grande Saviano, e brava tu che hai riportato la lettera. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Saviano è un grande. Non c'è altro da aggiungere.

    Buona settimana!

    RispondiElimina
  7. Siccome due più due fa quattro, è evidente che i signori sono legati alla mafia, che infatti, da quando ci somo loro, si estendendo in tutto il territorio, nonostante i cosiddetti arresti eccelenti, che devono di personaggi sacrificabili, altrimenti non si spiega .

    RispondiElimina
  8. un grazie infinito a tutti quei giudici e a quelli che ogni giorno rischiano la vita.
    Ora Saviano deve lasiare la Mondadori!
    un saluto

    RispondiElimina
  9. Ilda Boccassini ha condotto le indagini che hanno portato all'arresto di molti mafiosi (mafia e 'ndrangheta) qui in Lombardia... ma in tv a vantarsi ci è andato il ministro Maroni.

    RispondiElimina
  10. Onore ai nostri magistrati e grande simpatia a Roberto Saviano che con due parole ha saputo mettere in luce quello che i magistrati hanno saputo realizzare.

    RispondiElimina