15/02/11

A Marisa Sannia, amica mia per sempre



“Io mi esprimo attraverso la musica”, mi dicevi sempre ed in effetti ci stai ancoraregalando molte emozioni.

Mentre ascoltavo la tua voce, guardavo il mare. Le onde lambivano la spiaggia in solitudine, lente, regolari. Il sole le accarezzava e bagliori di luce rimbalzano in un’incessante danza luminosa.

A volte nuvole nere si allargano nel cielo, il vento le porta veloci e l’aria si fa quasi buia. Poi il sole ritorna e coi suoi raggi fende all’orizzonte la barriera che vorrebbe non lasciarlo passare. Ed è lotta tra buio e luce. Una striscia illuminata accende l’orizzonte come ad aprire una porta verso il cielo.

Le nuvole nere lasciano spazio a squarci di azzurro. Un bambino alza nel cielo un aquilone colorato che si muove leggero nell’aria.

Nubi grigie tornano a danzare intorno al sole e lo coprono, poi fa di nuovo capolino e sembra guardarmi. Mi dice “io ci sono”… Il ricordo che ho di te è vivo e forte. Ti penso e vorrei che tutti imparassero ad apprezzare quella Sannia che è stata così poco pubblicizzata e che invece ha dato il meglio di sè anche come compositrice.
Io non scorderò mai l'amica che sei stata per me.

15 commenti:

  1. Oggi 15 febbraio è il compleanno di mio figlio Marco, 24 anni; oggi 15 febbraio, sarebbe stato anche il compleanno di Marisa; un grande augurio a mio figlio, un pensiero a Marisa...
    Grazie Giulia...

    RispondiElimina
  2. Veramente molto bello io probabilmente scaricarlo. Grazie

    RispondiElimina
  3. La sua voce dice molto di lei! Contenta di essere qui insieme a te ad ascoltarla.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ricordo la sua voce che nelvideo ben risulta. Soave e dolce come la carezza di una folata di vento...

    RispondiElimina
  5. Grazie, Giulia, per questo bel ricordo di una donna "vera", dalla voce armoniosa e dal cuore grande.
    Un bel video, una voce che penetra dolcemente nel nostro animo.
    Ciao. Un saluto ad Alessandro, è il fratello di Marisa?
    Piera

    RispondiElimina
  6. Giulia è una carissima amica,una persona "speciale per me"... ci accomunano diverse cose, affetti e tanto altro... ce ne vorrebbero tante persone come lei, forse il mondo sarebbe migliore.
    @ accipicchia /Piera...
    Il video che tutti potete vedere è mio in fatto di montaggio etc... un piccolo reportage con foto di Giulia ( lei è troppo brava ): dategli una fotocamera in mano e si dimentica che esistiamo)...fidatevi che è così...
    Grazie dei saluti Piera !....no, nn sono fratello di Marisa...parente stretto si...
    ma Giulia sa chi sono...ho avuto la fortuna di conoscerla di persona: SPLENDIDA !!!...
    Come si propone qui è nella vita...
    Lei ( come me...) nn ama evidenziarsi, mettersi in mostra...L'umiltà è una delle sue più grandi virtù: evito di dire altro su Giulia, potrei metterla in imbarazzo, e potrei capirlo...io sono peggio di lei: per questo x me oltre una cara amica è una sorella...
    Scusate, ma la sintesi nn fa parte del mio essere...mi prende la mano ogni tanto...
    Saluti a tutti/e

    RispondiElimina
  7. ...dimenticavo: si, il video è bello, però questa canzone mi prende al cuore : LEI nn ha avuto tanta fortuna: forse è questo che mi mette tristezza...

    RispondiElimina
  8. la fortuna è di chi l'ha incoontrata e amata.
    chi ha conosciuto il suo cuore di poesia non potrà mai dimenticarla.
    e la sua voce è ancora qui, che aleggia e porta una frazione di cielo.

    RispondiElimina
  9. Ascolto questa melodia e mi lascio portare dove indistinto è l'orizzonte tra notte e giorno e sempre accanto è la tua presenza.
    Grazie per questo tuo post, magnifico.

    RispondiElimina
  10. Grazie, Alessandro, per ciò che hai detto di Giulia, concordo su tutto, e per aver ricordato Marisa.
    Buona serata. Piera

    RispondiElimina
  11. Mi associo a questo coro così articolato e armonico: ho ammirato e stimato Marisa per le sue doti canore, la sua dolcezza e la sua umiltà. Grazie per averla ricordata, Giulia ...

    RispondiElimina
  12. che meraviglia le tue parole...saranno arrivate senza dubbio dove dovevano...ti abbraccio

    RispondiElimina
  13. Un'artista grandissima che ricordo sempre con gran nostalgia. Un caro saluto, Fabio

    RispondiElimina
  14. “SENZA TITOLO”

    Cammini e corri
    verso la meta prefissata
    dove la luce è aria
    dove l’aria è vento
    dove i fiori, anche quelli brutti
    sono belli se li sai guardare;

    cammini dove il tempo si è fermato,dove la luce, aria, vento e fiori ti hanno accompagnato
    e viaggi nei sogni di chi vuol sognare …

    La tua sorgente pochi l’hanno vista
    un piccolo ruscello che si è ingrossato a valle
    cammini, corri e vai lontano, oltre lo sguardo di chi non sa guardare,
    tenace arrivi per poi tuffarti nell’imponente mare …

    La strada è stata lunga verso il tuo destino,
    vuoi abbracciarlo tutto intensamente
    e nulla ha fermato il tuo cammino;

    speri di aver dato tanto e il tanto non sia stato vano
    mai ti sei voltato indietro paura forse di doverlo fare;

    la scia del tuo infinito corso, bello quanto misterioso,
    ha colto acqua di imponente fonte avida di lavare l’anima del mondo …
    A.S.
    Alessandro

    RispondiElimina
  15. Sono nata nel 1947 e la musica è stata la strada mentale che io ho sempre seguito. Inseguito. Riconoscendo gli artistiveri, come Marisa Sannia, e come alcuni altri, e le canzoni con parole ed accordi che mi facevano fermare in quella corsa infinita che sembrava la gioventù. Mi fermavo con gli occhi spalancati di ammirazione, guardando l'infinito mentre la mente ascoltava ogni nota. Grazie Marisa, di esserci stata in questa mia vita. Grazie per essere stata inconsapevolmente anche per me un'amica lontana, forse anche sconosciuta se non per i tuoi occhi da cui traspariva molto e da quella tua voce così particolarmente bella. Grazie per essere ancora qui. Io penso, e ne sono sicura, che dopo la morte del corpo, lo spirito resti accanto a chi ti ha amata. Abbiamo ancora bisogno di te Marisa, e te lo dimostra i tanti ascolti che ancora hai. Voglio che tu sappia una cosa: alle mie figlie...ho fatto sempre ascoltare la tua musica, ed anche loro ti apprezzano. Ti parlo come se tu fossi seduta qui, accanto a me per un caffè. Un abbraccio grande, e grazie sempre anche a Giulia che permette di far vivere questo posto dove possiamo parlarti, come si parla a qualcuno a cui si è voluto e si vuole bene. Silvana

    RispondiElimina