13/02/11

Non dobbiamo più perdere il filo...

Oggi a Torino è tutto grigio ma, almeno per un giorno, è tornata la primavera

15 commenti:

  1. Se vogliamo ogni giorno può essere primavera.

    RispondiElimina
  2. Bello!quello che fate, belle le foto, vedere Torino in festa per far svegliare tente cose abbandonate... Brave le donne in piazza... c è solo da sperare che serva a qualcosa.
    Buona serata cara Giulia, ti auguro un buon inizio della settimana.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Che forza e che dolcezza, Giulia!
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. Complimenti per tutto: il nome del sito, gli articoli, le riflessioni...
    Maurizio Benazzi
    www.ecumenici.info

    RispondiElimina
  5. Dunque anche noi italiani se vogliamo, possiamo cambiare il nostro amato Paese.Salutoni a presto

    RispondiElimina
  6. Speriamo che tutto questo serva a smuovere qualcosa. Anche se è difficile.

    RispondiElimina
  7. molto belle le foto
    quei fili sono un segno di speranza
    speriamo che si allargino e continuino a lungo per un mondo migliore
    un caro saluto erica

    finalmente sono riuscita a commentare da te, nei giorni scorsi mi era impossibile!!!

    RispondiElimina
  8. Una vera e propria rinascita, quella di ieri.
    Le foto sono bellissime e vivissime, ma la più fantastica è quella della signora anziana con quel cartello stupendo: Corpo in lotta.

    Ciao, Giulia

    RispondiElimina
  9. Ero a Firenze, per altri motivi, ma anche lì ho trovato tanta gente - non solo donne. Come dici giustamente, sarebbe bello che ognuno provasse a riannodare i fili, trovare il bandolo della matassa... Si può, si deve...

    Ciao Giulia, un abbraccio.
    Pim

    RispondiElimina
  10. foto bellissime!
    Non perdiamolo più!

    RispondiElimina
  11. Speriamo sia l'annuncio di un vero risveglio. Un abbraccio, Annarita.

    RispondiElimina
  12. ho dato anch'io il dovuto risalto.
    non arrendiamoci mai, possiamo farcela!
    cri

    RispondiElimina
  13. Ottima l'idea dei fili.
    Bella la signora con il cartello.

    RispondiElimina
  14. Mi associo ai precedenti commenti: grande l'idea dei fili di lana colorati, chi l'ha avuta? Qui a Parma non l'abbiamo fatta, avevamo solo le sciarpe bianche.
    Mi chiedo: e ora? Che ne sarà di tutto quel potenziale umano che è esploso domenica? Chi riuscirà ad incanalarlo in una proposta operativa concreta? I partiti di sinistra e di destra antiberlusconiani ne avranno beneficio?

    RispondiElimina