03/04/11

"Fuori dalle..." così un ministro del nostro governo

"Vero è che anche noi cinque non ci conoscevamo prima (...) non ci conosciamo nemmeno adesso, ma ciò che per noi è possibile ed è tollerato, per quel sesto non è possibile e non viene tollerato. Inoltre siamo in cinque e non vogliamo essere in sei (...). Lunghe spiegazioni sarebbero già quasi un accoglierlo nel nostro circolo; preferiamo non dare spiegazioni e non accoglierlo".
Frank Kafka - Vita in comune - in Tutti i racconti
Illustrazione di Banksy

4 commenti:

  1. Non conoscevo questo testo di Kafka.
    Parole durissime qui che segnano una chiusura feroce verso l'altro, l'estraneo.

    RispondiElimina
  2. Kafka stigmatizzava come uomo e come artista, ma chi riuscirà a condannare il razzismo dei vermi al potere oggi in Italia?

    RispondiElimina
  3. In tanti hanno sprecato occasioni. Occasioni per tacere, per pensare, per fare qualcosa di positivo, per cambiare atteggiamento. Non riesco più a provare stima per alcuno di loro.Le oscenità che escono dalla bocca di tutti, destra e sinistra, sono tali e tante che mi riesce impossibile avere ancora rispetto.

    RispondiElimina
  4. Preferisco non commentare Giulia, sarei sicuramente incriminata per istigazione alla violenza nei confronti di un ministro. Anzi, di molti di più. La verità è che non abbiamo più guance da porgere...le perle sono poche, i porci troppi, ed è arrivato il momento di iniziare a fare le salsicce.

    RispondiElimina