27/06/11

Ho bisogno...


Non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all' orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia,
questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.
Alda Merini

Quando il pensiero non arriva a parlare al nostro spirito e al nostro cuore, quando sembra tutto "indicibile", quando qualcosa pesa sul tuo petto in affanno, quando il dolore sembra insostenibile, quando cerchi e non trovi, quando fai e non vai da nessuna parte, quando ti senti sola anche in mezzo a tante persone, quando non trovi pace, è la poesia che può venirti in soccorso. Le parole diventano balsamo per la tua anima, ti conducono in territori che mai raggiungeresti se ti affidassi solo alla ragione.

Io credo che il poeta sia generoso sia perchè fa dono agli altri di parole che nascono da un suo terreno che solo lui ha reso fertile sia perchè la poesia "genera", lascia semi, si nutre dalla vita e alla vita ritorna.
Giorno dopo giorno, sa parlare al  cuore e condurre in un territorio "altro" da cui si può vedere ciò che mai avresti visto prima. 

9 commenti:

  1. Di pietra o d’altro esistere - fa lo stesso -

    Verrà un momento
    che non si potrà più fingere
    _____________bisognerà convincersi
    d’essere portatori
    d’allucinazione sensoriale cronica
    infusori
    di memorie __________ apparenti.


    Io parto ogni minuto nel respiro
    esisto senza accorgermene
    guardo le mani battere sui tasti
    estranee a me
    sono un’anomalia di conoscenza
    oppure un sogno
    ma come può il sognante essere il sogno?

    Chiedi alle ombre
    dice la mia ombra
    ________________troverai la risposta
    nell’universo
    delle tue molecole

    RispondiElimina
  2. Trovi sempre le parole per conciliarmi vieppiù con la vita!

    RispondiElimina
  3. Non è di Alda Merini. Nel web continuano a spacciarlo per suo ma in realtà è di Tahar Ben Jelloun (tratto da "Seduzione").

    La bellezza delle parole, e del tuo post, però, non cambia.

    RispondiElimina
  4. Qui da te, Giulia, così come da Cristina, non è difficile sentirsi a proprio agio e ritrovare ciò che personalmente sento e che non riesco così bene a dire.

    RispondiElimina
  5. Sempre una crescita leggerti. Bello il testo di A. Merini (leggo in un commento che non è suo, bellissimo, comunque), bello e vero ciò che ho letto di Cristina.
    Grazie, Giulia, un abbraccio.
    Piera

    RispondiElimina
  6. Cosa pesa sul tuo petto in affanno, Giulia?

    RispondiElimina
  7. Si, i poeti sono genersi perchè danno voce ai nostri sentimenti, alle nostre emozioni e in essi ci ritroviamo e ci comprendiamo un pò meglio per trovare una via nuova verso la serenità.
    Felice settimana

    RispondiElimina
  8. >Credo molto nel "potere" della letteratura e della poesia per dare voce al cuore, alle lacrime o ai sogni. La letteratura è uno strumento straordinario per parlare all'anima ed aiutarla a dare voce a quei pensieri nascosti o troppo cupi.

    RispondiElimina