24/02/14

E al far del giorno...

Usciamo dal presente per piombare in un futuro sconosciuto, ma senza dimenticare il passato, la nostra anima è incrostata a sedimenti secolari e le radici sono più estese dei rami che vedono la luce. E al far del giorno, ora tragica ed aurorale, che le ombre della notte cominciano a mostrare il loro senso e le figure incerte cominciano a rivelarsi al cospetto della luce, l'ora della luce cui si danno convegno passato e avvenire. (Maria Zambrano - Le parole del ritorno)

Nessun commento:

Posta un commento