08/05/14

La tua assenza è presenza

Vorrei poter raccontare, parlare del dolore. Ne sento l’esigenza, ma la penna si ferma di fronte all'indicibile. Tentenna. Esita. Non trova la strada, perché la mente non la guida. Solo il cuore potrebbe. Ma non può, non ancora.
Si sono scritte molte pagine sul “lutto”. Una parola che non mi dice nulla. Una definizione che tenta di racchiudere ciò che non può essere delimitato, concluso. Forse si può parlare di trasformazione. Perché chi se ne va ti cambia dentro, ti obbliga a guardare in faccia ciò che nascondevi al tuo sguardo. E la tua vita non può essere come prima. Forse non peggiore, diversa, più consapevole del limite, ma anche di ciò che è al di là: mistero insondabile. Il dolore si abita e l’assenza è presenza. Ma un certo tipo di dolore non fa male, ti aiuta a guardare in modo diverso, a essere attenta a ciò che prima non coglievi, a vivere e a godere dell’attimo. A rallentare. A sentire il respiro della vita, a respirare.

E anche tu, mamma, che mi manchi, ora sei una persona diversa dentro il mio cuore. Sei quella che non sapevo vedere quando eri viva, sei quella di cui tu stessa non parlavi mai, perché la vita non sempre ti permette di esprimere tutto ciò che vorresti.
E  i miei pensieri sono frammenti, balbettii. Perché frammentario è il dolore, il sentire, il pensare l’impensabile. L’uomo non sa “dire la morte”, non va al di là di frasi banali e di circostanza. Quello che so, è che il mio amore per te è infinito, unico e non avrà mai fine.

Ogni giorno ti ritrovo nella casa che hai abitato,  nelle piante che mi hai lasciato e che continuano a vivere, come in ognuno di noi vive ciò che tu ci hai insegnato. E la tua assenza è davvero presenza.

3 commenti:

  1. Elaborare il lutto, secondo me, significa proprio questo: far vivere chi non c'è più nella memoria, non bloccarlo in un ricordo statico ma in un pensiero in movimento.

    Pim

    RispondiElimina
  2. Sei una persona eccezionale e i tuoi scritti e le tue idee mi sono stati d'aiuto, più di una volta.
    Un abbraccio.
    Cristiana+

    RispondiElimina
  3. Ti mando un abbraccio grandissimo,

    iulia

    RispondiElimina