07/01/16

È così che mi vedo nel 2016...

Andare a passi lenti, vivere minuto per minuto, ora per ora, giorno dopo giorno. La fretta starà fuori dalla porta, la lascerò bussare, scalpitare e per non sentirla ascolterò una bella musica.

Non è vero che la velocità ti fa realizzare più cose, la lentezza è sicuramente più costruttiva in tutti i sensi perché lascia che la tua mente si apra e assapori tutto ciò che la vita ti offre.

Non escludo neanche il dolore e la sofferenza perché necessariamente ci attraversano.

Ma sono tanti i momenti di gioia, di benessere se solo vorremmo fermarci ad assaporarli.

Piccole, piccolissime cose che non sappiamo né più vedere né più assaporare perché il nostro sguardo va sempre "oltre" alla ricerca di un qualcosa che forse non potrà mai essere.

2 commenti:

  1. Finalmente riesco ad inserire un commento, fino ad ieri pareva impossibile:-)
    ciao, Emilia, grazie per la visita e auguri per il nuovo anno: mi auguro con te che lentezza sia!
    Ti ho risposto da me e sono felice di averti ritrovato.

    RispondiElimina
  2. e te la auguro questa lentezza che auspichi... questo tempo pacato e ponderato, dove il tempo è un bel raccoglimento... e fai bene a lasciarla fuori dalla porta, perché la fretta porta rumore.

    RispondiElimina