21/03/16

Omaggio ad Alda Merini nel giorno della sua nascita

Il volume del canto mi innamora: 
come vorrei io invadere la terra 
con i miei carmi e che tremasse tutta 
sotto la poesia della canzone. 
Io semino parole, sono accorta 
seminatrice delle magre zolle 
e pur qualcuno si alza ad ascoltarmi, 
uno che il canto l'ha nel cuore chiuso 
e che per tratti a me svolge la spola 
della sua gaudente fantasia.


Sono nata il 21 a primavera 
ma non sapevo che nascere folle 
aprire le zolle, 
potesse scatenar tempesta 
Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera.

(da "Vuoto d'amore")

Nessun commento:

Posta un commento