15/07/16

Ci  vuole un momento di silenzio, di seria riflessione. 
L'odio risveglia l'odio, autorizza la violenza, aiuta chi da anni si serve della paura per prendere il potere. 

Ci vuole un momento di silenzio per piangere tutti i morti che l'odio, l'arroganza, la sete di vendetta hanno prodotto vittime innocenti di interessi o follie a cui non appartengono.
Ci vuole un momento di silenzio per comprendere come uscire da queste logiche perverse. 
La pace si costruisce ogni giorno, ora dopo ora. 
La pace si costrusce combattendo prima di tutto l'aggressività che ci abita tutti.

E siamo aggressivi non solo quando uccidiamo materialmente qualcuno, ma quando lo releghiamo ai margini e gli togliamo ogni risorsa, quando lasciamo che a cielo aperto si costruiscano "lager" dove uomini, donne, vecchi e bambini vivono in condizioni disumane. Quando costruiamo muri, quando diciamo noi/loro.

1 commento:

  1. Sono d'accordo con te, Emilia: la pace si costruisce ogni giorno, ora dopo ora e tutti possiamo fare qualcosa per ridurre lo spazio dilagante di questa violenza cieca.

    RispondiElimina