01/11/17

La mia fortuna era proprio di avere tra le mani un brav’uomo e un bravo ragazzo (Ernest Hemingway)

"Il vecchio e il mare" avrebbe potuto essere lungo più di mille pagine, avrei potuto sviluppare la storia degli abitanti del villaggio, come si guadagnano il pane, come sono nati, se hanno studiato, avuto figli, ecc. Ma questa è una scelta narrativa che altri scrittori sanno concretizzare in modo eccellente: quando si scrive, il limite esiste sempre in ciò che altri hanno fatto egregiamente. Per questo ho cercato di provare con qualcosa di diverso. […]
Comunque sia, tralasciando i dettagli tecnici, in quel caso ho avuto grande fortuna e sono riuscito a comunicare in tutti i suoi aspetti un’esperienza che mai nessuno aveva raccontato prima. La mia fortuna era proprio di avere tra le mani un brav’uomo e un bravo ragazzo, quando negli ultimi tempi gli scrittori si erano dimenticati dell’esistenza di personaggi di questo tipo
E oltre agli uomini c’era l’oceano, di cui vale altrettanto la pena di scrivere, quindi sono stato fortunato di nuovo.
Ernest Hemingway, 1958
Avere ancora il desiderio di ricercare questi "bravi uomini", tra le persone semplici, portarli in superficie e raccontare le loro storie. Riempire una biblioteca di questa gente che vive tra di noi, senza esibirsi, senza vantarsi, gente che agisce, che fa senza tante parole e fa bene.
Forse ritroveremo il senso della vita, l'essenza delle cose e anche noi cominceremo ad essere semplicemente brave persone.

2 commenti:

  1. Un bellissimo libro, così bello che anche recentemente ho pensato di prenderlo nuovamente tra le mani e di rileggerlo. ottima la riflessione di Hemingway, senz'altro lui ha scritto un capolavoro, indipendentemente dal numero delle pagine.
    Ciao.
    Piera

    RispondiElimina
  2. Ho dimenticato di aggiungere, Emilia, che concordo pienamente su ciò che hai detto, si dà oggi tanta voce e tanto spazio a chi non merita proprio nessuna visibilità, e non ci si sofferma un istante su chi in sordina, senza clamore, vive pienamente la sua vita di "brava persona", facendo anche del bene che nessuno prende in considerazione.
    Grazie.
    Piera

    RispondiElimina